Cover Reveal: Clockwork Princess di Cassandra Clare

Volete sapere che aspetto avrà la copertina dell’ultimo capitolo della saga di Cassandra Clare, The Infernal Devices? Beh ora potete! Grazie ad una campagna su Twitter (#clockworkprincess) e a circa 30.000 tweets, il tutto in appena un paio d’ore.

Non è assolutamente meravigliosa??? E’ perfetta secondo me. Tessa, il suo abito, il libro, il ciondolo dell’angelo… non ci sono parole! Non vedo l’ora di avere il libro tra le mani! *_____*

Clockwork Princess uscirà a 19 Marzo 2013 negli Stati Uniti, mentre qui in Italia, come al solito, non si hanno notizie certe. Speriamo non ci facciano aspettare troppo!

Shadowhunters – Città degli angeli caduti di Cassandra Clare

Titolo: Shadowhunters. Città degli angeli caduti  (City of Fallen Angels)

Autore: Cassandra Clare
Data di pubblicazione:
Ottobre 25, 2011 (1° uscita: April 5, 2011)
Casa Editrice: Mondadori
Pagine: 488
Genere: Young Adult, Fantasy, Romance, Urban Fantasy

Fa parte di una serie? The Mortal Instruments #4

Trama GR: La guerra è conclusa e Clary è tornata a New York, intenzionata a diventare una Cacciatrice di demoni a tutti gli effetti. E finalmente può dire al mondo che Jace è il suo ragazzo. Ma ogni cosa ha un prezzo. C’è qualcuno che si diverte a uccidere gli Shadowhunters, e ciò causa fra Nascosti e Cacciatori tensioni che potrebbero portare a una seconda, sanguinosa guerra. Simon, il migliore amico di Clary, non può aiutarla. Sua madre ha scoperto che è un vampiro e lui non ha più una casa. E come se non bastasse, esce con due ragazze bellissime e pericolose, nessuna delle quali sa dell’altra. Quando anche Jace si allontana senza darle spiegazioni, Clary si trova costretta a penetrare nel cuore di un mistero che teme di svelare fino in fondo: forse è stata lei a mettere in moto la terribile catena di eventi che potrebbe farle perdere tutto ciò che ama. Jace compreso. Amore. Sangue. Tradimento. Vendetta. La posta in gioco non è mai stata così alta per gli Shadowhunters…

Ho aspettato con ansia l’uscita di questo quarto libro della saga e non sono rimasta per niente delusa.

La narrazione scorre fluida. E’ un libro molto più corale dei precedenti. Mi piacciono quelle storie dove i protagonisti, seppure per vie diverse, arrivano alla stessa conclusione. Tanto di cappello, quindi, alla Clare per aver saputo gestire tanti personaggi e per aver trovato ad ognuno il suo senso all’interno della storia, anche al più insignificante tra essi.

C’è da ammettere, però, che ho fatto un po’ di fatica ad apprezzare il fatto che questo libro sia stato così Simon-centrico. Simon non è mai stato il mio personaggio preferito, probabilmente a causa dello pseudo triangolo che la Clare ha creato nei primi libri. Certo è che, dopo questa lettura, Simon è entrato nella mia top 5. Buona parte di questo cambiamento è dovuto alle sue interazioni con Izzie. Mi piacciono questi due insieme, molto di più di quanto mi piacesse Simon con Maia (anche se credo che con l’entrata di scena di Jordan, il pericolo di un altro triangolo sia – quasi – scampato).Coppia che adoro, inveve, e continuo ad adorare senza limitazioni – e forse anche più di Clary e Jace – è quella composta da Magnus e Alec. Si vedono poco in questo libro perchè sono viaggio (adorabili le cartoline che si scambiano con Izzie!), ma non appena compaiono rubano la scena. Ecco come si crea l’angst senza mettere in mezzo triangoli e altre forme geometriche! Chissà cosa ha in mente per loro la Clare… sono quasi più preoccupata per questo che per l’inaspettato ritorno finale!

A tal proposito, sapevo che sarebbe tornato. Boh, penso che tutti se lo aspettassero… troppo semplice se la Clare se ne fosse sbarazzata in quel modo… e invece ora lui e Jace sono legati a doppio filo. Bene e male, ancora una volta contrari… Spero sinceramente che ci sia qualcosa di più complesso dietro… in fondo le persone non sono tutte completamente buone o completamente cattive… sangue dell’Angelo o meno!

Si scoprono altri particolari del mondo degli Shadowhunters. Adoro il rituale del matrimonio, molto poetico e romantico. Mi piace come è stata approfondita la storia dei Lockwood. Ho apprezzato un pò di più Izzie dopo il suo racconto, ma in fondo ho un debole per i duri che rivelano un lato nascosto! Perfetto il rientro in scena (per chi ha letto l’altra saga della Clare) del personaggio di Camille. Non c’è niente da fare: i vampiri millenari – uomini o donne che siano – affascinanti e moralmente ambigui, mi catturano sempre! Ho apprezzato tutti gli accenni fatti alla nuova saga… la Clare se la sta giocando bene…

Finendo con la tormentata coppia protagonista, devo dire che in questo libro mi sono piaciuti poco, o meglio Jace m’è piaciuto poco. Oddio, ho apprezzato come chiunque quei momenti di intimità con Clary e le interazioni con Simon e Jordan, ma a gusto personale, odio e dico aborro l’idea di mentire/allontanare qualcuno “per il proprio bene”. Sarà che sono stata traumatizzata in giovane età dall’Angel di Buffy, e che anche nella saga di Twilight, il mio ardore per Edward si è attuttito per tutte le sue chiacchiere sul proteggere “per il proprio bene”, ma Jace qui ha veramente rischiato grosso per me. Grazie al cielo, la Clare si è comportata meglio di quanto sperassi e non ha completamente sconvolto il personaggio, anzi ha reso ancora migliore, ai miei occhi, Clary, che si è comportata molto meglio di quanto mi sarei aspettata da lei. Ora se potessi riavere quel Jace sbruffone e ironico del primo libro, sarei veramente al settimo cielo…

Complessivamente, ho ritenuto Città degli Angeli Caduti un ottimo libro e un eccezionale inizio per questa seconda parte della saga. Gli eventi hanno iniziato a mettersi in moto e con un cattivo di quella portata nel primo libro non oso immaginare cosa ci aspetterà andando avanti… In ogni caso, non vedo l’ora!

Voto: Awesome