Midnight in Austenland di Shannon Hale

Titolo: Midnight in Austenland
Autore: Shannon Hale

Data di pubblicazione: 6 Febbraio 2012
Casa Editrice:  Bloomsbury Publishing
Pagine: ebook

Il libro fa parte di una serie? Austenland #2

Genere: Romance, Chick Lit, Mistery

Grazie a Netgalley per avermi fornito una copia di questo libro in cambio di una mia onesta opinione.

Premetto che non ho letto il primo libro della serie, ma ritengo che a parte l’ambientazione e l’idea di base i due libri non abbiano personaggi in comune… ma potrei sbagliarmi. Ho comunque scelto di leggere questo libro perchè sono una grande fan di Jane Austen e in pratica divoro qualsiasi cosa che si ispiri anche solo lontanamente a lei!

Inoltre, a quanto pare, stanno già creando la trasposizione cinematografica del primo libro, Austenland, e la cosa mi ha incuriosita parecchio.

Mentre  però Austenland ha alla base Orgoglio e Pregiudizio, Midnight in Austenland è basato su Northanger Abbey e lo ammetto: non è uno dei miei libri preferiti della Austen, anzi forse è addirittura in fondo alla mia personale classifica. 

Detto ciò passiamo alla trama. La protagonista di Midnight in Austenland si chiama Charlotte, ha due figli e ha divorziato da poco. Fa fatica ad abituarsi alla nuova piega presa dalla sua vita, specie quando il suo ex marito si risposa immediatamente mentre lei non riesce neanche ad arrivare ad un secondo appuntamento. Giù di morale, scopre i romanzi di Jane Austen e rimane talmente affascinata ed incantata dal mondo descritto dall’autrice che decide di prenotare una vacanza di due settimane ad Austenland, una casa di campagna in cui viene ricreato e rivissuto il mondo della Austen. Mentre si trova lì però iniziano ad accadere delle cose strane… forse addirittura un omicidio… ma è tutto vero o soltanto una ricostruzione degli abitanti di Austenland?

Ammetto che mi aspettavo che la parte dedicata alla storia d’amore fosse più sviluppata, mentre nell’economia della trama, l’attenzione è concentrata principalmente sull’elemento mistery. Ho comunque apprezzato il colpo di scena riguardo l’interesse sentimentale di Charlotte. Decisamente non me l’aspettavo e ne sono rimasta deliziata. I personaggi, ognuno a suo modo, hanno catturato la mia attenzione. Forse addirittura di più i comprimari che la protagonista.

Rimane comunque un libro interessante e ricco di colpi di scena. Da leggere sia se si è fan di Jane Austen, sia se si è appassionati di romanzi gialli. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*